Cosa Mangiano i Celiaci? Quali Sono gli Alimenti Vietati?

cosa mangiano i celiaci
Scopri quali sono gli alimenti consentiti per chi soffre di celiachia

Soffrire di celiachia e di intolleranze, può essere davvero fastidioso oltre che pericoloso se la patologia non viene trattata correttamente. Fino a qualche anno fa era davvero difficile trovare alimenti adatti ai celiaci e che non contenessero glutine, ma per fortuna oggi è molto più semplice trovare praticamente di tutto e riuscire quasi ad alimentarsi in modo normale.

Pane, pasta, pizza e persino birra, oggi si trovano nella variante senza glutine, perfetta per chi non può proprio assumerlo. Quali alimenti sono adatti ai celiaci e quali no e cosa mangiano i celiaci? Cos’è la celiachia? Ripassiamolo assieme nella nostra guida di oggi. Buona lettura.

Celiachia: cos’è

La celiachia è una infiammazione cronica dell’intestino tenue provocata dall’ingestione di glutine, si verifica solo in soggetti geneticamente predisposti.

Causa diarrea cronica, gonfiore e dolore addominale, stenia e ritardo della crescita nei bambini. Può persino causare danni gravi all’intestino.

Per questa ragione è fondamentale, per i soggetti predisposti, seguire una dieta specifica che non contenga glutine, in modo da evitare sintomi e rischi per la salute.

Alimenti vietati, permessi e a rischio

Escludere del tutto il glutine non è facilissimo, anche se oggi si trovano tantissimi alimenti che non contengono il glutine. Questo perché non solo a volte il glutine si trova dove meno ce lo aspettiamo, ma anche perché il rischio di contaminazione accidentale è alto, specie nella lavorazione dell’industria alimentare.

Per questo ci sono prodotti con accesso sicuro e liberi dal glutine e l’AIC suddivide gli alimenti in tre diverse categorie ovvero:

  • Permessi;
  • Vietati;
  • A rischio.

Si considerano non solo gli ingredienti, ma anche il processo di lavorazione, e di conseguenza la possibile contaminazione. Gli alimenti permessi possono essere consumati senza problemi perché naturalmente privi di glutine o non a rischio per i celiaci grazie al processo produttivo senza rischio di contaminazione.

Gli alimenti a rischio potrebbero contenere glutine o essere a rischio di contaminazione quindi si consiglia di controllare gli ingredienti ed i processi di lavorazione. Gli alimenti vietati infine, sono alimenti che contengono glutine e ovviamente non sono adatti ai celiaci.

Pericolo di contaminazione

Per avere prodotti idonei le aziende devono applicare un meticoloso piano di controllo e monitorare il processo produttivo, i macchinari e le attrezzature e gli ambienti di lavoro. Inoltre devono formare gli operatori.

Il rischio è alto per chi non può assumere glutine e la contaminazione può rappresentare un vero e proprio pericolo. Per questa ragione esistono alcune categorie di prodotti che anche se a base di ingredienti naturalmente privi di glutine, sono comunque da considerarsi a rischio.

Cosa mangiano i celiaci

Riportiamo alcuni esempi di alimenti permessi, a rischio e vietati. Ovviamente solo il medico potrà fornirti tutte le informazioni necessarie e la lista completa degli alimenti che puoi consumare o meno.

Permessi:

  • Riso, mais, grano saraceno, carne e pesce al naturale, latte, yogurt al naturale, verdura al naturale, frutta la naturale, caffè naturale, miele.

A rischio:

  • Fecole, amidi, prodotti per prima colazione, insaccati e salumi, prodotti a base di soia, bevande alla frutta, sciroppi, cacao, caramelle, salse.

Vietati:

  • Frumento, orzo, prodotti impanati, yogurt con cereali o ai biscotti, zuppe miste di cereali, birra, lieviti come il lievito madre e naturale, seitan.

Ovviamente la lista non è completa, chiedila al tuo medico o cercala nei siti specializzati per i soggetti che soffono di celiachia. Ricorda che la nostra guida è a scopo informativo e che non può in nessun modo sostituire il parere del medico.

Improvvisare quando si tratta di celiachia, può essere molto pericoloso. Rivolgiti al medico per avere i consigli di cui hai bisogno ed essere al sicuro da spiacevoli conseguenze per la tua salute.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *