Gastroprotettore Naturale: Scopri con Noi il Migliore

gastroprotettore naturale
Scopri qual’è il miglior gastroprotettore naturale

Avere fastidi e problemi allo stomaco può essere davvero una seccatura oltre che un disagio notevole nella vita di tutti i giorni. Per questo motivo può essere davvero importante fare attenzione all’alimentazione e magari imparare ad utilizzare anche dei gastroprotettori naturali.

Un gastroprotettore naturale aiuta a proteggere il nostro stomaco e a combattere i fastidi causati dalla cattiva digestione, dal bruciore di stomaco e dall’acidità. Problemi di cui tutti soffriamo almeno una volta nella vita.

Imparare a conoscere e ad integrare nella propria dieta i gastroprotettori naturali, aiuta anche a prevenire i problemi a stomaco e intestino. Vediamo ora di conoscere meglio quali sono i gastroprotettori naturali e in che modo possono aiutarci per proteggere la salute del nostro stomaco.

Conosciamo anche i rischi di un ph dello stomaco alterato e i pericoli che possono verificarsi per la nostra salute. Continua a leggere per conoscere tutto quello che desideri sapere su questo argomento.

I rischi dei danni al pH dello stomaco

I gastroprotettori naturali aiutano a proteggere la mucosa gastrointestinale dai danni dello stress e delle ulcere e aiutano anche a combattere gli attacchi batterici che colpiscono il nostro stomaco.

Inoltre sarà più facile mantenere sano anche il ph dello stomaco, che anche se non ce ne rendiamo conto, è molto delicato ed influenza tutto il nostro corpo.

Sono molti i fattori che possono alterarlo e causare dolore, bruciore, acidità, cattiva digestione, reflusso e infine ulcere. Seguire uno stile di vita poco sano ad esempio, aumenta il rischio di soffrire di problemi allo stomaco e quindi di pericoli per la salute.

Spesso ci si accorge dei danni fatti al proprio organismo solo quando si avvertono dei sintomi, per questa ragione è consigliabile prevenire anziché curare. Inoltre riuscire a recuperare i danni fatti al ph gastrico e ristabilire quello normale non è facile. Quindi meglio evitare sin dall’inizio di mettere in pericolo il nostro stomaco.

Cosa può alterare il ph dello stomaco e causare danni? Ecco la lista:

  • Nervosismo;
  • Ansia;
  • Stress;
  • Insonnia;
  • Ritmi del sonno alterati;
  • Bevande gassate;
  • Alcolici;
  • Abbuffate;
  • FANS;
  • Fumo;
  • Cibi grassi e fritti.

Meglio limitare questi fattori per proteggere il nostro stomaco dagli attacchi!

Gastroprotettore naturale: i benefici

Assumere cibi che funzionano come gastroprotettori naturali è importantissimo per la nostra salute. Vediamo ora di conoscere insieme quali sono gli alimenti e le bevande che hanno proprietà lenitive e/o antinfiammatorie, benefiche per il ph dello stomaco.

La melissa è una erba spontanea dal forte potere calmante, è perfetta per preparare ottime tisane rilassanti. Inoltre è un gastroprotettore naturale davvero efficace e oltre alle proprietà calmanti è anche un ottimo antinfiammatorio.

Anche l’estratto di fico è un antiacido potente. Utilizzarlo aiuta a proteggere le mucose gastriche e quelle intestinali. Si può assumere anche ogni giorno diluito in acqua o come tisana. A sorpresa anche il latte di mandorla aiuta a proteggere le mucose, come il latte vaccino, ma non bisogna abusare di queste bevande.

Aiuta ad abbassare l’acidità dello stomaco e di conseguenza lo protegge, un uso smodato però, potrebbe sortire gli effetti contrari. Quindi attenzione. L’infuso di alloro è ottimo come analgesico e rilassante, inoltre protegge lo stomaco e aiuta anche in caso di iperacidità gastrica dato che contiene pectine e mucillagini che funzionano da emollienti e aiutano persino nella regolarità.

La passiflora, grazie alle sue proprietà calmanti è un ottimo gastroprotettore ed antispasmolitico ed è perfetta per combattere insonnia, ansia e stress. Gastroprotettori naturali, da assumere però con moderazione, sono aglio, la liquirizia e il succo puro di ananas.

La liquirizia però è controindicata in chi soffre di pressione alta e il succo di ananas è controindicato per i soggetti diabetici o che soffrono di glicemia alta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *