Lago Santo Modenese: dov’è e perché visitarlo

lago santo modenese
Scopri tutto quello che devi assolutamente vedere al lago Santo Modenese

Hai voglia di una bella gita in natura e ti servono dei consigli? Vuoi visitare il Lago Santo Modenese, ma prima vuoi sapere cosa si può vedere di bello in quelle zone? Siamo qui per te! Continua a leggere per scoprire i consigli che abbiamo da darti su questa meravigliosa escursione nel cuore della natura!

Lago Santo Modenese: conosciamolo insieme

Il Lago Santo modenese è un bacino lacustre davvero particolare dato che la sua origine è mista quindi glaciale e frana di crollo. Si chiama Modenese per distinguerlo dal lago parmense dato che questo lago si trova nell’alto appennino modenese custodito nel Parco del Frignano.

Il lago prende il nome di Santo perchè la leggenda vuole che due pastorelli che portavano le pecore a pascolare sulle rive del lago si amassero, ma che il loro amore era ostacolato dalle famiglie. In un bel giorno di primavera, i due giovani innamorati decisero di vedersi di nuovo presso il lago.

Il giovane partiva dalla Garfagnana e la giovane pastorella invece, proveniva dall’Emilia. Non appena si videro sulle sponde opposte del lago, i due impazienti corsero sul ghiaccio per abbracciarsi. Il ghiaccio però si ruppe sotto il loro peso, facendoli inabissare per sempre.

Da questo triste quanto toccante episodio, il lago prende il nome di Santo. Intorno al Lago Santo Modenese, ci sono anche tante belle zone da vedere come:

  • Campi di Annibale;
  • Cima dell’Omo ;
  • Cime di Romecchio.

Campi di Annibale, Cima dell’Omo, Cime di Romecchio

I campi di Annibale, secondo la leggenda, sono il punto dove Annibale fu costretto ad accamparsi a causa di una malattia che causò alti febbri nei suoi soldati. Lì puoi ammirare giganteschi massi di origine morenica e visitare anche uno tracciati dell’antica Via dei Remi, tra il Passo della Boccaia e la Porticciola.

Il tracciato è conosciuto anche con il nome di Serra dei Paloni, dato che lì passano i tronchi lungo la via dei Remi. Dal lago Santo partono anche varie escursioni ai monti Giovo, Rondinaio e La Nuda. Inoltre è una tappa della GEA ovvero della Grande escursione appenninica e persino dell’Alta Via dei Parchi.

Troverai anche tanti rifugi e ristorantini accoglienti dove riposarti e mangiare qualcosa di buono. La Cima dell’omo è tra i rilievi più alti dell’Appennino tosco-emiliano e fa parte Parco Regionale dell’Alto Appennino Modenese, sito nel Frignano.

Sembra che il nome della Cima dell’Omo derivi da una piccola piramide in pietra sulla vetta che serviva da cippo confinario e che venne denominato omo o ometto. Le Cime di Romecchio sono cime minori, ma decisamente belle da visitare grazie alle escursioni organizzate.

Dal questi monti partono anche delle escursioni per il Lago Santo Modenese, non troppo distante e facilmente raggiungibile. Sul lago puoi rilassarti ed ammirare un paesaggio meraviglioso.

Hai visto quante cose meravigliose puoi fare nella zona del lago Santo Modenese? Se ami la natura, le belle storie d’amore e se ti piace rilassarti, ma anche dar spazio al divertimento, il Lago Santo Modenese è proprio quello che fa per te.

Ricorda però di fare sempre attenzione alla natura e all’ambiente e di essere un turista rispettoso e responsabile. Rispetta la natura e i luoghi e vedrai che questi ti ripagheranno donandoti la loro bellezza ancora per tanto tempo.

Non fare pic nic improvvisati dove non è concesso, non gettare spazzatura a terra e rispetta i fiori e le piante. Non estirparli! A presto e continua a seguirci sempre per avere tutti i consigli di cui hai bisogno per i tuoi viaggi e le tue esperienze nella natura, nelle città e nella cultura! Buon viaggio!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *